La Republica.it: La pedofilia è un crimine contro Dio

La Republica.it

La pedofilia è un crimine contro Dio

Repubblica — 17 febbraio 2010

CITTÀ DEL VATICANO – La vigilia del mercoledì delle Ceneri è il giorno più amaro per la Chiesa d’ Irlanda, che sullo scandalo dei preti pedofili deve prepararsi, dice Benedetto XVI,a una lunga penitenza. Un Papa descritto come «profondamente turbato e afflitto» ha infatti usato ieri mattina, nella riunione in Curia con i vescovi irlandesi, parole dure e nette. La pedofilia- ha detto Ratzinger – «è non solo un crimine odioso, ma anche un grave peccato che offende Dio e ferisce la dignità della persona umana creata a sua immagine». 

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2010/02/17/la-pedofilia-un-crimine-contro-dio.html  

La Chiesa irlandese deve dunque procedere «a un rinnovamento nella fede e a ritrovare la sua credibilità morale». Con l’ impegno, gli hanno assicurato i vescovi, a collaborare «con le autorità giudiziarie in Irlanda, nel Nord e nel Sud». È la conferma della linea di “tolleranza zero” già annunciata in Vaticano dopo le denunce dei due rapporti statali, “Ryan” e “Murphy”, sui maltrattamenti negli istituti religiosi e sugli abusi sessuali compiuti da sacerdoti e coperti da altri prelati. Non ci saranno dimissioni, per ora. «Il problema non era all’ ordine del giorno», spiegano in Curia. Reagiscono con rabbia alcune associazioni delle vittime. «Il documento del Vaticano – dice da Dublino il segretario generale della Alliance support group, Tom Hayes – non contiene soluzioni per le persone abusate». «Siamo estremamente delusi per il fatto che il Papa non ha mostrato forte leadership nei confronti della crisi», aggiunge la Irish survivors of child abuse. Solo a marzo, in Quaresima, arriverà l’ attesa Lettera pastorale che Benedetto XVI indirizzerà ai cattolici irlandesi, e di cui ieri il pontefice ha mostrato una bozza ai vescovi. Sospesa ogni altra attività, il Papa aveva convocato già lunedì mattina, per la terza volta in sette mesi, i presuli d’ Oltremanica. Una riunione durata un giorno e mezzo, a porte chiuse, ai massimi livelli. Per il Vaticano, oltre al pontefice, erano presenti fra gli altri il Segretario di Stato, cardinale Tarcisio Bertone, e il prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, cardinale William Levada. A guidare la delegazione di 24 vescovi l’ arcivescovo di Armagh e primate d’ Irlanda, Sean Brady. Presente monsignor Drennan, uno degli accusati, che finora ha resistito agli appelli alle dimissioni. È stato un incontro, come ha detto lo stesso cardinale Brady, «franco e aperto». Il che in linguaggio diplomatico significa che lo scambio di vedute fra Ratzinger e i vescovi è risultato a tratti anche aspro. I vescovi hanno parlato con sincerità del «senso di pena e di rabbia, di tradimento, di scandalo e di vergogna» espresso dalle vittime. Il Papa ha così incoraggiato i prelati ad affrontare la crisi «con determinazione e risolutezza», con «onestà e coraggio», affermando comunque che la situazione «non sarà risolta velocemente». Nel loro comunicato, ha poi spiegato il direttore della Sala stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi, i vescovi «riconoscendo il fallimento della Chiesa d’ Irlanda nell’ aver omesso, per molti anni, di affrontare casi di abusi sessuali», hanno fatto «una chiara autocritica su quanto accaduto». «Meritiamo e accettiamo la rabbia delle vittime e dei loro familiari», diceva a Radio Vaticana il vescovo di Ferris, monsignor Dennis Brennan. Ieri sera all’ Irish college di Roma, durante messa, il vescovo Colm O’ Reilly affermava: «Nell’ imminente Quaresima noi ministri del popolo di Dio in Irlanda siamo consci della chiamata al pentimento, un tempo da dedicare alla confessione delle nostre colpe, affidandoci alla misericordia di Dio».

MARCO ANSALDO

Komentiraj

Popunite niže tražene podatke ili kliknite na neku od ikona za prijavu:

WordPress.com Logo

Ovaj komentar pišete koristeći vaš WordPress.com račun. Odjava /  Izmijeni )

Google photo

Ovaj komentar pišete koristeći vaš Google račun. Odjava /  Izmijeni )

Twitter picture

Ovaj komentar pišete koristeći vaš Twitter račun. Odjava /  Izmijeni )

Facebook slika

Ovaj komentar pišete koristeći vaš Facebook račun. Odjava /  Izmijeni )

Spajanje na %s